elogio della mano

immagine digitale stampata su carta, lana, fiammifero, ago, guanto di lana
Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna, 2013

"Superficie, volume, densità, peso, non sono fenomeni ottici. L'uomo li riconosce innanzitutto tra le dita, sul palmo della mano. Lo spazio non si misura con lo sguardo, ma con la mano e il passo. Il tatto colma la natura di forze misteriose. Se il tatto non esistesse, infatti la natura apparirebbe simile ai deliziosi paesaggi della camera oscura, lievi, piatti e chimerici."

Da un saggio di Henri Focillon, Elogio della mano, cinque esperienze tattili raccontate in foto. La mano è nascosta, rimane solo l'espressione visiva. Perché un'opera sulla mano? E' lo strumento indispensabile dell'architetto: essa trasforma le idee in forme.

 
 
http://www.davidetrabucco.it/files/gimgs/th-41_installazioneweb.jpg
 
 
http://www.davidetrabucco.it/files/gimgs/th-41_2-spilloweb.jpg
 
 
http://www.davidetrabucco.it/files/gimgs/th-41_3-filoweb.jpg
 
 
http://www.davidetrabucco.it/files/gimgs/th-41_5-abbraccioweb.jpg
 
 
http://www.davidetrabucco.it/files/gimgs/th-41_1-guantoweb.jpg
 
 
http://www.davidetrabucco.it/files/gimgs/th-41_4-fiammiferoweb.jpg